Balena Azzurra

Cammina in punta di piedi, quasi sussurra un’ultima preghiera. Una protagonista come tante del nostro tempo, una ragazzina, s’inerpica sul tetto di una torre altissima rapida come un’ombra, delicata e fuggevole come la sua vita.

Giù dalla nuova torre a sud della città, guardando verso la laguna, Gloria capisce che ha davvero allargato le braccia e si è buttata.
È sul serio un momento interminabile e carico di adrenalina, come le hanno detto, ma non si immaginava che sarebbe stata così lucida. Ha espanso al massimo il torace e sentito l’aria scivolare sulla pelle e penetrarle nelle narici in una corrente parallela al respiro.
Non sente niente, le hanno garantito anche questo, deve averlo fatto [...]