geografie letterarie

Geografie letterarie è una riflessione scientifica.

Un resoconto meticoloso ma non rigido che si snoda come il sentiero di un viandante all’ascolto delle voci che raccontano il legame tra uomini e luoghi.

Esiste, infatti, un nuovo modo della scienza geografica di osservare il mondo che ci circonda mettendosi sulle tracce della poesia: brancola nella foresta delle parole in cerca di significato il geografo moderno, legge nei taccuini dei poeti lo scorrere degli anni e le vite degli altri e, in queste vite, ritrova se stesso per condividere il senso del proprio tragitto.

È il momento della geografia che si fa letteratura, e viceversa. È  la scienza che compie un balzo strabiliante per far dialogare una differenza che è meno estrema di quanto appaia.

 

 

Image by: LilyMoon

Print