La perdita degli anni

Una sfida letteraria classica, lo scorrere del tempo, affrontata al grado zero per riflettere sull’esistenza con sobria inquietudine.

Ho cominciato a perdere anni presto, molto presto.
I miei coetanei avevano ancora tutti i loro anni, folti, fitti, scuri, densi. Io invece, da che ero come loro, iniziai, – ricordo era un sabato mattina – a trovarmeli nel letto, sul cuscino, per terra, davanti allo specchio del lavandino. Erano anni che credevo potessi non perdere mai: sono sempre stato fiero dei miei anni.
Da quel giorno è stata una caduta verticale, inarrestabile, e non costante: c’erano volte che ne perdevo [...]