Scarafaggi

Una fila di scarafaggi in parata lungo il muro, e due anime addormentate l’una accanto all’altra. Respirano in sincrono, si proteggono a vicenda, nessun turbamento può insidiarle, per quanto minaccioso possa sembrare.

L’afa dei giorni non dava tregua nemmeno la sera. Un caldo pesante ti si appiccicava addosso. Lo stesso identico di ogni agosto, sebbene i telegiornali lo avessero definito il più caldo degli ultimi sessanta anni. Nelle ore che trascorrevo in ufficio, i condizionatori erano settati al massimo e rischiavi una bronchite. Quando invece rientravi, a casa, la sera, se non possedevi anche solo un ventilatore a pedana, passavi il tempo a boccheggiare, con un’espressione da triglia. [...]